Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Due nuovi treni per il trasporto regionale

Due nuovi treni per il trasporto regionale

— archiviato sotto: ,

Arrivano Pop e Rock.

Venerdì 3 novembre 2017 sono stati presentati alla stampa e alle istituzioni del territorio due nuovi treni, destinati a entrare presto in servizio per il trasporto regionale: si tratta dei convogli di ultima generazione Pop e Rock.

All'evento è stata invitata una delegazione della nostra associazione, rappresentata da Francesco Fratta (Direzione Nazionale UICI), che per l'occasione è stato accompagnato dal presidente UICI Torino Franco Lepore. Durante la conferenza stampa, l'amministratore delegato di Trenitalia Orazio Iacono ha brevemente illustrato le caratteristiche dei due nuovi treni Pop e Rock, che dovrebbero entrare in servizio nel 2019.

I treni esposti

Uno dei due convogli verrà prodotto nello stabilimento Alstom di Savigliano, cosa che porterà positive ricadute occupazionali per il nostro territorio. «Con quelle Regioni che scommettono su contratti di lunga durata - ha aggiunto Iacono - faremo un salto di qualità straordinario. Stiamo parlando di treni di ultima generazione, più confortevoli, con emissioni inquinanti ridotte del 30 per cento rispetto ai convogli attuali e accelerazione doppia. Questa è la nostra scommessa per convincere chi usa il treno e chi potrebbe usarlo».

Il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha sottolineato la necessità di collegare Torino e i capoluoghi di provincia con tempi inferiori ai 60 minuti, trasformando così la rete ferroviaria regionale in un servizio metropolitano. Al termine della conferenza stampa, i rappresentanti UICI Fratta e Lepore hanno potuto visitare i due nuovi treni. In particolare si sono confrontati con i funzionari di Trenitalia e con la sindaca di Torino, Chiara Appendino, sulla dotazione dei convogli per agevolare la mobilità delle persone disabili.

Fino a mercoledì 8 novembre i due treni Pop e Rock rimarranno esposti in piazza Castello e potranno essere visitati dai cittadini.