Cento anni di storia: buon anniversario Unione Ciechi!

Cento anni di storia: buon anniversario Unione Ciechi!

Lunedì 26 ottobre la nostra Unione Ciechi compie cent’anni. Era infatti il 26 ottobre del 1920 quando Aurelio Nicolodi, un reduce di guerra che aveva perso la vista in un’azione militare durante il primo conflitto mondiale, fondò a Genova l’associazione che tuttora ci rappresenta. Uomo di instancabile vitalità, ha connotato fin da subito l’Unione come realtà dinamica e pronta alle sfide.

Spicca, tra le prime battaglie, l’impegno perché alle persone cieche venisse riconosciuto il diritto all’istruzione e al lavoro, in tempi in cui la disabilità era vissuta come uno stigma da nascondere o tutt’al più da compatire. A distanza di un secolo, queste battaglie sono ancora tutt’altro che vinte, ma enormi passi avanti sono stati fatti sulla strada dell’inclusione. Questa consapevolezza ci dà lo slancio per proseguire nelle nostre attività con impegno ancora maggiore.

“Anche se le limitazioni legate alla pandemia non ci permettono di festeggiare il centenario come avremmo desiderato – commenta il presidente UICI Torino, Giovanni Laiolo – nel giorno delle celebrazioni vogliamo essere vicini, con un affetto particolare, a ognuno dei nostri soci. Ci auguriamo che ciascuno riesca a sentirsi prezioso e speciale, ascoltato nelle proprie esigenze e valorizzato nelle proprie risorse. Tutti possiamo dare il nostro contributo a questa grande famiglia che è l’Unione Ciechi e Ipovedenti”.

Guarda il messaggio video del presidente Giovanni Laiolo

Vai al contenuto