La Sindone raccontata a chi non la vede: un incontro fra storia, scienza e spiritualità

La Sindone raccontata a chi non la vede: un incontro fra storia, scienza e spiritualità

Il settore Cultura Accessibile UICI Torino, in collaborazione con il Museo della Sindone, organizza un incontro dedicato al sudario, custodito nel Duomo della nostra città, che, secondo la tradizione, avvolse il corpo di Gesù dopo la deposizione dalla croce. L’appuntamento è per mercoledì 12 maggio alle ore 17 sulla piattaforma Zoom. Intervengono come relatori il prof. Nello Balossino (direttore del Museo della Sindone) e il prof. Gian Maria Zaccone (direttore del Centro Internazionale di Studi sulla Sindone).

A prescindere dalle convinzioni di ciascuno in materia religiosa (che ovviamente non sono in discussione), il cosiddetto “sacro lino”, una tra le più importanti e controverse reliquie della cristianità, è un documento unico nel suo genere, che rimanda al mistero della sofferenza e che ha attirato l’attenzione di innumerevoli studiosi di varie discipline (storia, archeologia e medicina in primis, ma anche fisica, chimica, botanica e perfino informatica). Specialmente negli ultimi decenni, si è prodotto un vivace confronto, tra posizioni a volte antitetiche, ma nessuno è giunto a una conclusione definitiva, poiché gli interrogativi aperti restano molti.

L’incontro avrà un taglio storico-scientifico e sarà proposto con un linguaggio divulgativo, accessibile a tutti. Per iscriversi è possibile inviare una e-mail all’indirizzo uicto@uici.it (o, in caso di difficoltà nell’uso della mail, telefonare al numero 011535567) entro lunedì 10 maggio.

Vai al contenuto