Lavoro: un comitato per le nuove professioni

Lavoro: un comitato per le nuove professioni

In questi mesi concitati il mondo del lavoro si sta evolvendo ad una velocità impensata. L’incremento esponenziale di realtà come lo smart working e il sempre maggiore utilizzo degli strumenti informatici impone ai lavoratori dipendenti di essere più flessibili, più aperti al rinnovamento, sempre pronti ad imparare e a diventare imprenditori di loro stessi. Impone altresì alle aziende ed ai lavoratori autonomi di rivedere profondamente l’organizzazione d’impresa, dando una maggiore fiducia e libertà di azione ai dipendenti e concependo modalità di lavoro nuove e sfidanti, meno legate agli orari fissi e più legate agli obiettivi.

Questa è un’occasione unica per tutti, ma soprattutto per le categorie meno incluse nel mondo del lavoro, per reinventarsi e mettersi in gioco con tutte le competenze e le capacità relazionali che si posseggono. Noi non possiamo perdere quest’opportunità: dobbiamo renderci conto che professioni come il centralinista sono ormai residuali, perché le aziende non le ricercano più e perché sono molti i ciechi che studiano, si laureano e fanno esperienze grandemente spendibili nel mondo del lavoro, anche a livelli di carriera apicali.

Il nostro consigliere Marco Pronello, con delega alle nuove occupazioni, organizza per venerdì 2 ottobre (ore 16.00), presso i locali dell’Unione (corso Vittorio Emanuele II 63) un incontro su questi temi. L’obiettivo è costituire un comitato finalizzato alla ricerca, allo studio e allo sviluppo di possibilità di lavoro alternative a quelle tradizionali. Tale comitato si farà, tra l’altro, promotore di incontri con aziende, imprenditori e dirigenti di enti pubblici, per fare cultura dell’inclusione e far sapere che oggi i non vedenti possono lavorare in moltissimi settori e con qualsiasi mansione, anche elevata. I limiti sono solo culturali e tecnologici, ma la voglia di lavorare e di mettersi in gioco è tanta.

A questo incontro sono invitati giovani, studenti, neolaureati, neodiplomati, persone che stanno già svolgendo attività non tradizionali e chiunque, titolato e motivato, abbia voglia di cercare nuove vie e di migliorarsi. Consigliamo di iscriversi, contattando la segreteria (al numero 011535567) entro giovedì 1 ottobre.

Vai al contenuto