Visita sensoriale ai giardini di Casa Lajolo

Visita sensoriale ai giardini di Casa Lajolo

Venerdì 11 giugno il Comitato Cultura della nostra associazione organizza una visita a Casa Lajolo, splendida dimora nobiliare settecentesca a Piossasco (Torino). In particolare, i partecipanti potranno esplorare gli orti e i giardini che circondano la casa, scoprendo, anche attraverso il tatto e l’olfatto, le tante varietà arboree e floristiche che vi trovano dimora, in un’atmosfera unica, a tratti quasi fiabesca. Il ritrovo è alle ore 15, presso la sede UICI di corso Vittorio Emanuele 63, per poi raggiungere casa Lajolo con un mezzo messo a disposizione dalla sezione. Il rientro è previsto intorno alle 19.30. L’ingresso è gratuito per le persone con disabilità visiva e per i loro accompagnatori. Le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento posti. Si consiglia di contattare al più presto la segreteria (tel. 011535567, uicto@uici.it). A condurre l’esplorazione sarà Brunella Manzardo, esperta di cultura accessibile e amica della nostra associazione da molto tempo. Di seguito i dettagli.

L’attuale assetto di casa Lajolo (che si trova nell’incantevole cornice del Borgo di San Vito) risale al XVIII secolo, voluto dalla famiglia Ambrosio, conti di Chialamberto, fortemente attiva nel territori di Villarbasse e Piossasco. La struttura venne eretta quale centro amministrativo delle vaste proprietà, nonché dimora estiva, grazie anche alla vicinanza con Stupinigi, ove si riuniva la Corte reale. Con l’estinzione dei Chialamberto, nel 1850, la dimora venne ereditata dai cugini, i conti Lajolo di Cossano, antica famiglia astigiana, che la detiene ancora oggi.

La nostra visita si svolgerà interamente all’aria aperta, per conoscere i magnifici giardini e l’orto della costruzione. Nel giardino intraprenderemo un’emozionante esperienza sensoriale, potendo toccare la vegetazione che comprende: siepi di bosso scolpite, un meraviglioso boschetto di tassi, due noci, una pianta di canfora, degli ulivi e altri alberi da frutto: ciliegio, albicocco, fico, mandorlo, arancio, bergamotto. Ci si sposterà poi presso l’orto ove saranno ancora più evidenti le sensazioni olfattive e i sapori da provare.

Il percorso sensoriale ci permetterà di trascorrere due ore immersi nella natura, andando a scoprire anche alcune curiosità legate alle piante stesse e alle loro peculiarità.
Alberi maestosi ci accoglieranno, permettendoci di abbracciarli per ricavarne la pace interiore che spesso nella grandi città manca.

Vai al contenuto