A Pinerolo “Il buio è servito”:  progetto di sensibilizzazione per le scuole

A Pinerolo “Il buio è servito”: progetto di sensibilizzazione per le scuole

Merenda al buio con mascherine oscuranti sugli occhi, tavolette per scrivere in Braille, esercizi col bastone bianco e una carezza al cane guida (ma solo se non sta “lavorando”). Fino a sabato 12 ottobre) a Pinerolo “Il buio è servito”. Si chiama così il progetto di sensibilizzazione promosso dal Centro Commerciale “Le due valli” in collaborazione con la nostra associazione.  Sono circa 150 i bambini e i ragazzi delle scuole del territorio coinvolti. In modo naturale e giocoso, partendo dall’esperienza concreta, il percorso punta a far riflettere i più giovani sul valore dei sensi alternativi alla vista e sulla vita quotidiana delle persone con disabilità visiva.

“Il buio è servito”, tappa pinerolese di un tour nazionale, si conclude sabato 12 ottobre con un pranzo al buio aperto a tutti, presso l’area ristorazione del centro “Le due valli” (costo 15 € a persona).

“Da un lato l’iniziativa consente ai partecipanti di riscoprire i sensi alternativi alla vista, che solitamente, nella società dell’immagine, vengono un po’ trascurati – commenta Giovanni Laiolo, presidente UICI Torino –. Non solo:  l’immersione nel buio permette, seppur per brevi istanti, di avvicinarsi alla vita quotidiana di chi non vede, scoprendo un mondo fatto di limiti, ma anche di insospettabili risorse. Desideriamo far comprendere ai partecipanti (specialmente ai più giovani) che, se affrontata con gli strumenti giusti, la disabilità visiva non impedisce a chi la vive di condurre una vita piena e soddisfacente. Ringraziamo il centro “Le due valli” per l’invito”.

Bimbo mangia barretta cioccolato con occhi bendati

(Foto: Alberto Bechis)

Vai al contenuto